Da poco abbiamo lanciato una nuova sezione e un nuovo #, #outoflanga dove andiamo a raccontare le nostre esperienze in mtb “lontani” dai confini delle Langhe.

A tal proposito, a fine Luglio siamo andati a scoprire un luogo incontaminato in mezzo alla Sardegna, il Supramonte nel territorio di Orgosolo. Dopo varie ricerche su Internet, ci siamo appoggiati al gruppo Supramonte Bike dal quale abbiamo noleggiato le Fat Bike Elettriche. Il giro che ci hanno proposto è dominato nel sito Monte Novo San Giovanni (link), trail di circa 40 Km con partenza e arrivo ad Orgosolo, di cui circa 23 Km di asfalto.

Partenza dalla piazzetta di Orgosolo verso le 930 dalla casetta di Supramonte Bike, ci è stato fornito uno zainetto con kit di primo soccorso, una pompetta e un lucchetto (anche i caschi, ma abbiamo utilizzato i nostri) e un GPS con il percorso già precaricato.

Dopo aver attraversato il paese e ammirato qualche murales , abbiamo iniziato la lunga salita asfaltata panoramica verso il Monte Novo. Arrivati presso il Lago di Olai, siamo usciti dalla strada asfaltata per il nostro primo tratto off road molto bello e suggestivo.

ATTENZIONE: ci sono piante con spine molto lunghe e il rischio di forature è elevato. Infatti abbiamo bucato e purtroppo nel kit fornitoci non c’era una bomboletta gonfia e ripara; fortunatamente avevamo anche i nostri zaini e dopo una bomboletta e mezza siamo riusciti a ripartire e concludere il giro. Ripartiti, siamo arrivati presso la caserma forestale di Montes dalla quale parte il percorso su sterrata fino ai piedi del Monte Novo. Vi invitiamo a vedere foto e video per descrivervi questo percorso.

Durante il percorso si incontrano greggi, cavalli e bovini che rendono ancora più emozionante la nostra avventura nel Supramonte.

Legate le bici (ecco a cosa serviva il lucchetto), abbiamo fatto gli ultimi metri a piedi salendo fino in cima dove ci aspettava un panorama fantastico, una vista a 360° e un ottimo bicchiere di vino accompagnato da alcuni dolcetti gentilmente offerti dalla vedetta della guardia forestale.

Dopo esserci rilassati e dopo aver potuto ammirare il Supramonte in tutto il suo splendore, abbiamo intrapreso la discesa verso Orgosolo, con una breve tappa al Lago di Olai e una breve deviazione off road!

Arrivati in paese, ci siamo fermati a mangiare presso la Paninoteca in piazzetta (ottimi panini)

Conclusioni

Giro di circa 4,5 ore (preso con calma), 50% di batteria residua dopo 41 KM, ATTENZIONE ALLE SPINE e suggeriamo di portarsi delle bombolette gonfia e ripara oltre ovviamente ad una borraccia (lungo il percorso molte fontane per riempire la borraccia). Il cellulare dal lago in poi non prende (WIND).

Le bici sono ben tenute, gomme al 50/60% e freni OK.

Che dire, vi invitiamo a scoprire questo angolo di Sardegna in MTB, un modo alternativo, ecologico e anche molto divertente. Grazie a tutto il team di Supramonte Bike.

La nostra esperienza raccontata in questo video: